15 dicembre 2007

PROSEGUO DI “PRECETTARE”

Vorrei rispondere chi mi ha fatto notare che questo sciopero era fortemente voluto dalla destra.
Visto che da tempo non riconosco l'esistenza di una ds e di una sn, ritengo che i lavoratori che protestano hanno sempre ragione!
È impensabile valutare il disagio di un settore lavorativo solo in base all’appartenenza politica!
Ora vorrei fare notare che nelle ultime ore dello sciopero, è stata formulata una pesante accusa nei confronti del sig. Berlusconi.
Questa mossa, che ritengo opera sdella finta sn, è stato un vero scacco matto al re della ds.
Infatti, lo sciopero si è risolto poche ore dopo … come dire che le truppe sono state ritirare per salvare il re.
Se osserviamo l’evento in prospettiva "lunare", è facile intuire che la destra ha tentato di inginocchiare e fare cadere il governo, e che la sinistra (governo) ha tenuto sotto tiro Berluscao!
In mezzo a questo tira e molla delle due fazioni, ci sono I LAVORATORI, che ancora una volta sono stati strumentalizzati e alla fine l’anno presa nel CUORE!
Considerando che, l’Italia è una nazione democratica fondata sul lavoro, (art. 1 della ns. Costituzione) dobbiamo considerare primario questo diritto e chi lo tutela. Il LAVORATORE è l’Italia.

L’ideale sarebbe uscire dal tunnel dei sindacati che rappresentano sempre un lato della politica, e andare in piazza come lavoratori e BASTA.
Però questa è un’altra storia.

Nessun commento: