27 febbraio 2008

BRAVA LA MIA MINORANZA

Bravo Vimercati, hai chiesto la corte dei conti per “la grande stufa”, condivido. Piermario, consigliere di minoranza, svolge bene il suo lavoro, è presente e ha il coraggio di opporsi pubblicamente alla proposta indecente della GRANDE STUFA. Allora, c’è ancora qualcuno attento!! Per me rimane sempre prioritaria la salute della popolazione. L’impatto ambientale di quest’opera sulla salute della nostra popolazione sarà devastante. Insieme alla S.S. Varesina sarà un’opera dispensatrice di cancri e malattie alle vie respiratorie. I bambini e gli anziani saranno i più colpiti … colpiti a norma di legge … E proprio in questi giorni, un’ordinanza svizzera (per l’emergenza PM10) vieta tassativamente l’accensione di fuochi e caminetti … invece, la mia amministrazione comunale, ne vuole accendere uno che rilascerà le polveri di tonnellate di legna bruciata al giorno … e chi se ne frega se ci respiriamo l’impossibile di polveri e veleni … l’importante è fare il teleriscaldamento! L'importante è produrre energia elettrica bruciando legna!! ... Maaaa non sarà troppo tecnologico??? :) E come spesso accade in questi frangenti, gli svizzeri criticano le politiche ambientaliste italiane … e come dargli torto? E a questo punto, non vorrei sentirmi dire per l’ennesima volta, quanto è tecnologico il filtro che sarà installato nella ciminiera dell’inceneritore, perché se è così sicuro come dice il mio vice sindaco e la sua squadra di esperti, invito i signori a posizionarlo davanti alle proprie abitazioni … per goderne a pieno la salubre efficienza. P.S. Un piccolo appunto per “La Provincia” di Como … trovo incredibile l’abilità di questo giornale di pubblicare notizie senza dare informazione … meetup di Varese … era troppo compromettente scrivere meetup 361di Como? Presa larga e ...?

8 commenti:

sciapiro ha detto...

Si potrebbe usare questo grande falò per fare una grande braciata tra tutti i cittadini!!!!" scherzo". Comunque cara Saby non esiste in natura nessun tipo di filtro che possa trattenere le nanoparticelle, e pur vero che morire per cause sconosciute ti rode, ma a norma di legge che vuoi ci interessi più di tanto. Un forte abbraccio a tutti sperando di smuovere qualche coscienza.Roberto

N.B.
Intanto godedevi questo filmato che mi ha inviato Saby....
http://it.youtube.com/watch?v=3HI28XI52P4

valerio ha detto...

Vorrei ricordare che nel 99 la legge ha permesso alle centrali biomassa di bruciare le sostanze inorganiche,perciò non saranno bruciate foglie o legna,per lo più legna che dovrebbe arrivare da altre posti del mondo ma il problema non è la legna ma quello che possono bruciare insieme alla legna.
Mi mandi l'indirizzo del sindaco di villa guardia.grazie saluti valerio

Anonimo ha detto...

Ciao. Non voglio fare il rompiscatole. Mi rendo conto di essere forse troppo di parte. Ma mi spiegate alcune cose.
Perchè la verdissima Finlandia produce da biomasse il 18% del proprio fabbisogno, la Svezia il 17e l'Austria il 13? è vero la tanto amata Svizzera si ferma (si fa per dire) al 3,6 (ma lì il 40% è nucleare!) Tutta gente che se ne frega di polveri sottili?
Non ci interressano le TEP (tonnellate equivalenti di petrolio) che saranno risparmiate? E le tonnellate di emissioni di CO2 che saranno evitate?
Siccome non crediamo nei filtri vogliamo continuare a scldarci con 3000 canne fumarie senza filtri o è meglio spingere per fare in modo che sia tutto filtrato?
Tulle le ramaglie dei boschi che oggi restano a terra? Aspettiamo che qualche contadino aggiri il divieto e le bruci (così ce le fumiamo senza filtro) o speriamo che restino a terra, così ce le fumeremo, con tutto il bosco, al primo incendio? Tutte le potature dei ns. giardini e dei ns. parchi pubblici continuiamo a cercare disperatamente di farle marcire in fretta per poi buttarle non si sa dove?
Lasciamo che i governi europei si impegnino a produrre entro il 2020 il 20% di energia da rinnovabili solo per metterici di traverso tutte le volte che qualcuno tenta di fare qualcosa in questa direzione?
Quali sostanze inorganiche possono essere bruciate nella ns. centrale? Non so a quale legge si fa riferimento ma la ns. autorizzazione e la nostra tecnologia è solo per biomasse vegetali vergini.
Metto ache sul meetup alcune rispote e vi invito ancora all'incontro di venerdì sera. Perchè la corte dei conti ci dirà solo, forse, se il comune può avere quote della società. Cosa serve al ns. territorio dobbiamo deciderlo tutti noi.
Ciao
Massimo

PISI & TOPA ha detto...

Massimo, noi non siamo ne la Finlandia, ne la Svezia, ne la Svizzera.
Noi, siamo a sud dell’Europa, a sud delle Alpi, e siamo definiti il paese “do sole”, siamo una lingua di terra nel mediterraneo.
Per questo motivo, noi non abbiamo la fabbrica dell’IKEA ma solo i negozi dell’ikea.
Chi ha il nucleare, sta poco alla volta convertendo. Non sanno più dove mettersi le scorie nucleari, e sta diventando costosissimo.
La Finlandia sta scavando nel suo sottosuolo, a considerevole profondità, gallerie nel granito, e le sta riempiendo di bidoni e a tenuta stagna, contenenti le scorie radioattive.
Ora, non credo che in Italia sia possibile fare qualcosa del genere, visto che è un territorio notoriamente SISMICO.

Quindi, mio giovane vice sindaco, a questo punto il resto lo discutiamo a voce, così ho finalmente il piacere di conoscerti. Cosa serve al ns. territorio sarà un piacere deciderlo insieme.
A domani Sabina

_orGanizZer_ ha detto...

Negli ultimi milioni di anni (piu' o meno) i boschi hanno seguito un ciclo naturale che ha garantito che le "ramaglie" e il sottobosco venissero assorbite dal sottobosco stesso. Non mi risulta che in milioni di anni ci siano stati problemi di pm10, polveri sottili o inquinamento di altro genere, a parte forse dopo l'impatto con qualche meteorite :)

Il 70% della superficie nazionale della Finlandia (un territorio più grande dell’Italia nel quale vivono appena cinque milioni e duecentomila persone) è costituito da foreste, la percentuale più alta al mondo. L’inquinamento idrico, e la minaccia al patrimonio naturale del paese (molte aree boschive sono in realtà “boschi artificiali”, in cui vengono piantati alberi a crescita rapida per uso industriale) sono fortemente sentiti nel Paese.

Domani sera sarà l'occasione per tutti per ascoltare il punto di vista dell'amministrazione comunale di Villa Guardia e conoscere i dettagli del progetto.

Mi aspetto pero' che chi (come il sottoscritto) è perplesso sulla reale necessità della centrale e su come verrà gestita negli anni, si organizzi per proporre a Villa Guardia un'altra serata informativa.

Ci sono le premesse per continuare questo dibattito con chi propone il progetto, penso che sia raro avere la possibilità di poterlo fare addirittura su due blog, e questo mi fa piacere.

A domani.


PS: forse "la provincia" ha letto la discussione che abbiamo messo sul meeeeetup di varese.

_organizzer_ ha detto...

Stanno nascendo centrali ovunque : castellanza, villa guardia, lonate cepino, e ora anche a luino?? http://www3.varesenews.it/varese/articolo.php?id=92664

mahhhh

Anonimo ha detto...

tutte cazzate ,siete contro la produttivita,ben venga il progresso ,se volete campare come nel medio evo trasferitevi in iraq ho africa centrale

Anonimo ha detto...

se mi riscrivi il messaggio senza errori di ortografia, ci faccio un pensierino... forse...