21 marzo 2008

E' IMPORTANTE INFORMARSI

LA GRANDE STUFA SERVE DAVVERO?

Noi crediamo di NO.

Non conviene alle nostre tasche.

La convenienza di questa centrale è strettamente legata ad una serie di fattori di costo: dei materiali, di erogazione di contributi pubblici, di collaborazione con entità locali e di fornitori della materia prima; tutti fattori che non possono essere garantiti con continuità nel tempo. Troppe le variabili, troppo bassa la differenza di prezzo rispetto ad un normale impianto autonomo di casa, troppo evidente la necessità di creare una 'dipendenza' a chi accede ai servizi della "grande stufa".

Non conviene ai nostri polmoni.

Esistono numerosi studi sugli effetti dell'esposizione alle diossine prodotte dalla combustione delle biomasse, tanto più dannose quanto maggiore é la temperatura di esercizio e la varietà delle sostanze incenerite. Le diossine si accumulano anche nei cibi quali carne, pesce, latte e latticini, compreso il latte materno.

Il processo di incenerimento provoca inoltre l'emissione di polveri fini (PM10) e ultrafini che possono causare tumori, ictus, infarto e malformazioni ai neonati.

Non conviene al nostro futuro.

La legge vigente consente alle centrali a biomasse di utilizzare rifiuti animali, industriali, residui agricoli e la parte biodegradabile dei rifiuti urbani. NON c'è nessuna garanzia assoluta che l'impianto che oggi brucia biomasse vergini prodotte localmente, in futuro non possa bruciare altre sostanze non provenienti dalle nostre zone o, peggio ancora, RIFIUTI. In Italia esempi di centrali a biomassa convertite a veri e propri inceneritori si sprecano in numero. Siamo disposti ad esporci a questo rischio, sapendo che al cambiare della ragione sociale di una società può cambiare la qualità dell'aria che respiriamo e a cui esponiamo noi stessi e le persone che amiamo?

1 commento:

valerio ha detto...

Ho letto un articolo che il governo tedesco ha approvato un progetto per convertire il palazzo del governo in un esempio di emissione co2 a zero.La fornitura di energia elettrica per il fabbisogno del palazzo sarà fornito da fonti rinnovabile,tra cui ho letto la centrali biomassa.Allora sono andato a vedere ho visto che in germania le centrali a biomassa producono energia dalla combustione di olio vegetale,perciò molto diverso dalle nostre centrali biomasse italiane.
Un saluto da Valerio Nice France