07 ottobre 2008

LA SANTA SEDE

Lo Stato del Vaticano, dopo attento esame di esperti finanziari, ha messo in sicurezza i propri capitali dalla crisi dei mutui che sta devastando l’economia mondiale. Il Vaticano, da un anno ha convertito i propri investimenti azionari in lingotti d’oro. A darne la notizia è una rivista del Regno Unito che ogni anno analizza la gestione delle finanze Vaticane. Secondo la fonte, la Santa Sede attualmente possiede una tonnellata di oro che ha un valore presunto di 19 milioni di Euro. L’articolo prosegue con la dichiarazione di un finanziere, di cui non viene rivelato il nome, che afferma che la Santa Sede è stata ben consigliata e non risentirà della crisi. L’ignoto esperto prosegue inventariando e asserendo che ai 19 milioni di Euro in lingotti, vanno aggiunti 340 milioni di Euro in valuta e 520 milioni di Euro di obbligazione e azioni. All’apertura dei lavori del sinodo in corso a Roma Benedetto XVI dichiara: “Vediamo adesso nel crollo delle grandi banche che i soldi scompaiono, sono niente, e tutte queste cose che sembrano vere in realtà sono di secondo ordine … Solo la parola di Dio è una realtà solida”. “Apparentemente” ha proseguito “tutte queste cose che sembrano la vera realtà sono solo realtà di secondo ordine e chi costruisce su questo costruisce sulla sabbia. Solo la parola di Dio è fondamento della realtà e cambia il nostro concetto di realismo: realista e' chi riconosce la realtà nella parola di Dio”.

P.S. da tempo sono spariti molti collegamenti, nazionali ed esteri, riguardanti la notizia. Se qualcuno ne trova traccia batta un colpo. Al momento resta solo questo (CLIKKA IL GIORNALI.IT)

 

NO comment!

2 commenti:

valerio ha detto...

ma come posso lasciare un commento a queste notizie non ho parole....

tommy74 ha detto...

la chiesa e di tutti ?
cosi professano ,e affermano ,
be io voglio la mia parte subito
by tommy74