26 luglio 2009

OPERAZIONE "FIATO SUL COLLO"

È sempre più evidente che è scattata l'operazione “FIATO SUL COLLO” nei confronti dell'attuale amministrazione comunale. Venerdì sera, nell'animato consiglio comunale, si sono registrati diversi momenti di criticità comunicativa. È evidente che l'attuale “metà-nza” (da minora-nza) si rapporta con l'intenzione di fare pressing. La sofferenza del sig. sindaco, era visibile. Determinato a frenare l'irritazione, per tutta la sera ha costantemente mantenuto lo sguardo fisso sul tavolo o sopra il foglio di turno, mimando ogni tipo di lettura. Era tanto impegnato. L'impegno, e non si capisce per quale motivo, era anche snobbare il pubblico, i suoi cittadini. Mah! Alle interrogazioni rispondeva … con DISPIACIMENTO. Il mio sindaco era molto dispiaciuto per un sacco di cose, e anche molto indignato. MOMENTO CLU. Il momento clu della serata è stato quando lo sceriffo di Nottingham ha esordito: “ non ti spetta la replica”. A gamba tesa blocca quel suo assessore barbuto di stile “retrò minimal chic” … “è il regolamento” … non si transige … “è il regolamento” … “1 a 1 … è il regolamento”. Il succo era: non ti sbattere a spiegare/rispondere, daremmo risposta scritta … con comodo pensiamo e scriviamo. Uffi, quante cose gli ha chiesto la “metà-nza” politica del paese!! Relazionare rendicontare … Certo è che dovranno scrivere un bel po! Sommando le risposte, scriveranno un libro. Uno libro dal titolo “Rendicontazioni pericolose”. L'INERZIA DELL'UFFICIO TECNICO. Io spezzerei una lancia in favore dei tecnici istruttore dell'edilizia privata del comune di V. G. Il tempo dei miracoli è finito da secoli. L'amministrazione aveva pensato a una società esterna per l'espletamento delle pratiche edilizie. Costo 8.000 Euro. Tutti erano favorevoli. Non è andata in porto. Le criticità: i tecnici sono pochi. Da gennaio non esiste più la commissione edilizia, (ora abbiamo la commissione per il paesaggio … conflitto … bla bla bla). Curare i condoni non è cosa da poco. I pregressi si accumulano inevitabilmente. Serve forza lavoro. Non ci sono fondi! Questa problematica tecnica è una realtà di moltissimi comuni. PROPOSTA/IDEA POSSIBILE stage/praticantato - clikkaLa regione stanzia dei fondi per l'inserimento di neo diplomati geometri, periti edili, studenti in architettura o ingegneria. Questi vengono impiegati nella pubblica amministrazione e retribuiti dalla regione. Nel 2008 il comune di Como ha avuto 20 geometri/periti a disposizione per 7 mesi, impiegati in vari settori come reti, urbanistica, ed. pubblica/privata, sportello unico etc. Alternativamente, tramite il collegio dei Geometri di Como (Via Recchi, 3 - clikka) si possono attivare periodi di praticantato a costo zero. In questo caso, il comune nomina un Tutor di riferimento. Si può riconoscere al praticante almeno un rimborso spese (buono pasto). Questa possibilità è da valutare, perché più forza lavoro significa miglior servizio per il cittadino. Per sapere di più clikka Regione Lombardia Obbiettivi e modalità Tornando al nostro/mio sindaco ritengo debba accettare e assecondare di buon grado critiche e solleciti, tenendo sempre ben presente che chi è al vertice lavora meglio se c'è chi verifica e controlla il suo operato. Una istituzione pubblica garante di una società PRIVATA ... non è una bella cosa! DOMANDA: Per caso si voleva addottare lo stesso MODUS OPERANDI anche con la GRANDE STUFA SRL?

Nessun commento: