07 febbraio 2010

CAOMAGGIORE: COSTRUZIONE CENTRALE BIOMASSA INACCETTABILE!

Cinto Caomaggiore, 3 febbraio 2010 Lista Caomaggiore: “Le premesse per la costruzione di una centrale a biomasse a Cinto, sono del tutto inaccettabili!” Cinzia Daneluzzi, capogruppo consigliare: “Pur essendo assolutamente favorevoli alle energie rinnovabili e al loro utilizzo, riteniamo che la proposta di iniziativa privata di una centrale a biomasse di medio -grandi dimensioni a Cinto Caomaggiore sia un’idea tanto bizzarra quanto inopportuna, soprattutto perché si tratta di una speculazione privata che non porta benefici alla collettività. Cinto Caomaggiore è un Paese a vocazione ambientale. Qui c’è il Parco dei Fiumi Lemene, Reghena e Laghi di Cinto, c’è la zona DOC Lison-Pramaggiore e tanto altro ancora. E’ molto probabile che il pregio di questi luoghi sarà messo a dura prova dalla nuova centrale. Per questo chiediamo che il Sindaco si faccia carico di istituire un gruppo di lavoro ad hoc per garantire la massima trasparenza. A questo proposito, visto il proliferare di centrali nel Veneto Orientale, invitiamo anche la Conferenza dei Sindaci ad una riunione urgente sull’argomento, aperta a tutta la cittadinanza dei comuni componenti. Noi dal canto nostro, siamo intenzionati a proporre una immediata modifica ai regolamenti vigenti che vieti l’uso di centrali medie e grandi sul nostro territorio agricolo, votato piuttosto ad essere potenziato dal punto di vista della qualità e dei marchi DOC, come peraltro abbiamo voluto sottolineare anche in campagna lettorale.” Alessandro Coccolo, consigliere e segretario comunale del PD: “La Regione è governata da Pdl e Lega, così come la Provincia e il Comune di Cinto. E’ evidente che l’unica sola, vera opposizione alla centrale verrà da noi, dalla Lista Caomaggiore e dai Comitati che spontaneamente nasceranno sul territorio. Chiediamo ai Candidati alla Presidenza della Regione di esprimersi con chiarezza sull’evidente prolificarsi di centrali di questo tipo nel nostro territorio. Il Sig. Stival & Co non hanno perso un istante quando il problema erano le sedie da occupare all’ A.T.O. ma quando si tratta di salvaguardare il territorio, tutti fanno orecchie da mercante”. La Lista Caomaggiore FONTE 1 FONTE 2

3 commenti:

Giuliano ha detto...

Ad oggi mi risulta che, dato il via vai di automezzi carichi, la centrale sia o sarà a breve in funzione.
Che fine ha fatto la vostra interpellanza?
Mi risulta che Amadio ha fatto una mail indirizzata al sindaco ponendo quesiti che premono un pò a tutti, si sa qualcosa?

Grazie
Giuliano Cancian
cancigiu@libero.it

Anonimo ha detto...

A oggi 6.09.10 dato il via vai dei mezzi pesanti in via Bandida la centrale è operativa o lo sarà a breve. Che fine ha fatto la vostra interpellanza?

Grazie
Giuliano Cancian
cancigiu@libero.it

PISI & TOPA ha detto...

Ciao Giuliano,
ho pubblicato la storia di Caomaggiore nel mio blog, pur non conoscendo i personaggi e gli attori della vicenda in quanto, noi qui a Como, precisamene nel comune di Villa Guardia, viviamo la medesima situazione per la costruzione di una centrale a biomassa. la Vs. storia e la nostra, è comune ormai a molti comuni. Tutti facciamo del ns meglio per difendere il nostro territorio. Buona fortuna
Sabina.