12 marzo 2010

PRESSIONI PER FERMARE ANNOZERO

«Il Fatto Quotidiano»: pressioni sull'Agcom per bloccare Santoro, intercettate anche telefonate tra il capo del governo e il direttore del Tg1. Pd e Idv contro il premier ROMA 12/03/10 - 16:54 Secco no comment da parte del procuratore della Repubblica presso il tribunale di Trani, Carlo Maria Capristo, e dal sostituto procuratore Michele Ruggiero, circa le notizie riportate questa mattina da 'Il Fatto quotidiano'. Il giornale, diretto da Antonio Padellaro, parla di telefonate intercettate durante un'inchiesta della procura pugliese, nelle quali il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il direttore del TG1 Augusto Minzolini e il commissario dell'Agcom Giancarlo Innocenzi, discuterebbero di alcune trasmissioni della televisione pubblica. In particolare si indagherebbe su presunte pressioni del premier per impedire la messa in onda della trasmissione 'Annozero' di Michele Santoro e sull'ipotesi di mandare in onda 'speciali' sui giudici politicizzati. Le intercettazioni citate sarebbero un "effetto collaterale" di un'inchiesta avviata un anno fa dalla Guardia di Finanza, su presunti tassi d'usura applicati da alcune carte di credito 'revolving'. Dalle telefonate intercettate sarebbero emerse pressioni per bloccare i servizi giornalistici Rai sull'argomento, intervenendo sul direttore del Tg1. Ma fu lo stesso Minzolini a mandare ugualmente in onda un servizio sull'inchiesta portata avanti dalla Procura pugliese. Nel pomeriggio è giunta la replica del direttore del tg1: "Non ho ricevuto alcun avviso di garanzia. Tutto questo è demenziale, insulso, è un'intimidazione, ma non funziona assolutamente. Di fronte a una cosa del genere il vado ancora più dritto" afferma Minzolini che aggiunge "non ho ricevuto alcun avviso di garanzia e non capisco neanche di quale tipo di reato si possa parlare. Io con Santoro non c'entro nulla, faccio un'altra cosa, sono da un'altra parte". "L'Autorità per le comunicazioni non esercita censure preventive" e i suoi atti "dimostrano la sua indipendenza e autonomia di giudizio" è invece la replica del presidente dell'Agcom Corrado Calabrò. Il portavoce di Palazzo Chigi, Bonaiuti, parla di pubblicazione fuori legge e chiede l'intervento dell'autorità giudiziaria. "È in atto un tentativo di rovesciare il Governo e di colpire il premier" rincara la dose il portavoce del Pdl Capezzone. Dall'opposizione il leader dell'Italia dei valori Di Pietro chiede le dimissioni del direttore del Tg1 Minzolini e del commissario Innocenzi. Nessun commento dal segretario del Pd Bersani. FONTE FONTE MENTANA CONDICIO: VIETATI IN TV, LIBERI SUL WEB! DA VEDERE

Nessun commento: