03 maggio 2010

CRONACA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI VENERDÌ 30-04-2010

PUNTO PRIMO: si discute del latte dei fichi. L'opposizione risulta minuziosamente contraria a priori.

Il sindaco (sceriffo di Nottingham) non guarda i suoi interlocutori, fissa il piano del tavolo con ostentata indifferenza, mentre l'assessore al bilancio nervosamente fa tintinnare la gambetta che tradisce la sua apparente calma.

In chiusura del primo round lo sceriffo “ricorda, e ricorda molto bene” tanto da ispirare l'intervento del vice sindaco, intervento forse “inopportuno” … che io ho gradito.

PUNTO SECONDO: riduzione spese bilancio a cura dell'assessore al bilancio M. Rini.

Premessa: il patto di stabilità penalizza i comuni. I debiti sono debiti, le spese pure, i soldi mancano … propostona dell'opposizione: riduzione del n. di assessori comunali! Credo che garbatamente sia stata ignorata, infatti non c'è stata replica in tal senso.

Anche in questo argomento l'opposizione risulta debole e poco preparata.

Si vota. Favorevoli … contrari … astenuti … risultato sottinteso “tanto noi siamo di più”.

PUNTO TERZO: convenzione V. Urbani Montano Lucino

il ns vicino chiede una rettifica della convenzione … chissà cosa vuole rettificare.

PUNTO QUARTO: piano di zonizzazione acustica.

Il Piano di Zonizzazione Acustica è parte integrante della pianificazione territoriale dell'Amministrazione Comunale. Ne disciplina lo sviluppo urbanistico, commerciale, artigianale e industriale, con l'obiettivo principale è garantire la salvaguardia dell'ambiente e quindi dei cittadini mediante azioni idonee a riportare le condizioni di inquinamento acustico al di sotto dei limiti di norma, (D. del P. del Consiglio dei Ministri del 1 marzo 1991).

Dal censimento eseguito dall’APAT risulta che solamente una minima parte dei Comuni italiani ha provveduto - ad oggi - alla zonizzazione del proprio territorio ai sensi dell’art. 6 c. 1 lett. a) della l. n. 447/95.

il Vime si pronuncia; strumento che potenzialmente può aumentare il costo di produzione dei ns artigiani … lo sceriffo aveva considerato …

nel corso della conversazione si apprende la News. La Carnini smetterà di produrre latte! Sarà che forse smetterà di confezionare latte e opterà per il confezionamento dell'INSALATINA.

Si vota. Favorevoli … contrari … astenuti … risultato sottinteso “tanto noi siamo di più”. ADOTTATO.

PUNTO QUINTO: scadenza contratti gas …

Enel gas cederà la rete?

Avremmo in futuro figure tecniche idonee A gestire la rete gas?

L'opposizione, “auspica un ufficio tecnico più attivo in tal senso”

I precedenti punti non sono serviti. Provo a riassumere io: NON CI SONO SOLDI! SI VUOLE RIDURRE IL N. DI ASSESSORI E INCREMENTARE FIGURE TECNICHE MOLTO QUALIFICATE? A BEH!

Rimane costante il comportamento del sindaco, sguardo fisso tra soffitto e piano del tavolo … e prosegue il tintinnio della gambetta Rini.

Si vota. Favorevoli … contrari … astenuti … risultato sottinteso “tanto noi siamo di più”.

PUNTO SESTO: molto molto atteso … colpo di scena … MOZIONE RITIRATA! In fondo era “solo una piccolissima striscetta di terra da mettere anche in conto vendita … ma dobbiamo rivedere l'impostazione della cosa”UAUUUUUUUUUUUUU COLPO BASSO SCERIFFO!

CALA LO SCONFORTO NELL'OPPOSIZIONE. Sono sicura che era l'unico argomento in cui si erano TANTO PREPARATI!!! Peccato!

DOMANDA: A chi interessava tanto quella piccola strisciolina di terreno da mettere anche in conto vendita?

COMUNICAZIONE DEL SINDACO:

bla bla … l'acqua, la privatizzazione, le società diventano difficili da gestire … bla bla … attenti a raccogliere firme … rifare la rete fognaria costa tantissimo .. bla bla bla … è facile parlare ma stiamo attenti .. bla bla etc etc.

concludo io: L'ACQUA E' UN BENE PUBBLICO e non si vende!

Nessun commento: