03 novembre 2010

BRESCIA: 5 IMMIGRATI SULLA GRU PER PROTESTA

PRESIDIO DEMOLITO
Di Sabina Barca
BRESCIA - Resistono al maltempo lombardo i 6 immigrati che da 5 giorni, saliti su una gru, protestano chiedendo i permessi di soggiorno.

Tutto accade nel cantiere della Metropolitana Bresciana, e minacciano di gettarsi di sotto se qualcuno sale per portarli giù.
Un indiano, un marocchino, un egiziano e due pakistani, con età che varia dai 25 ai 32 anni, da sabato pomeriggio sono sulla gru, a 30 mt di altezza, del cantiere del Motrobus di Piazzale Cesare Battisti. La protesta ha origine dalla sanatoria colf e badanti del 2009. Nonostante regolare presentazione di domanda per sanatoria, con annesso pagamento di tasse (500 euro) e relativo versamento di contributi per diverse migliaia di euro, non è stata data loro nessuna risposta.


Il gesto estremo è maturato dopo 32 giorni di presidio a terra, in via Lupi di Toscana, sostenuto dai altri extra comunitari nelle stesse condizioni. Le trattative con i 5 disperati avvengono tramite il telefoni tecnici della gru.
Gli extra comunitari sono stati invitati a scendere per proseguire la protesta in altra sede, con l'offerta di un tavolo di lavoro coordinato dalla Prefettura per risolvere la problematica regolarizzazione.
Maurizio Murari, ieri mattina, si è arrampicato sulla gru per fornire loro cibo. Operazione che, per ovvi motivi di sicurezza, è stata più volte ostacolata dalle forze dell'ordine che considerano l'operazione di spettanza ai vigili del fuoco.

Nella trattativa, era concordato che in cambio dei pasti sarebbero stati forniti i numeri di cellulare dei 5.
Il Murari ha dichiarato di aver trovato i cinque stremati e provati dal freddo e la battente pioggia, e ha sottolineato come è vitale avere il permesso di soggiorno, strumento che permette di uscire dal mondo degli invisibili, poter ottenere un contratto di lavoro regolare, accedere ai servizi sanitari, e vedere riconosciuti il minimo dei diritti umani.

I cinque giovani hanno avuto la solidarietà del congresso nazionale del Movimento Nonviolento, che dichiarano: «Condividiamo le loro parole: nessuna persona è illegale! A questi uomini e a queste donne viene negato un diritto non per aver commesso reati ma per la loro condizione di clandestinità, stato che al momento della presentazione della domanda di sanatoria, disposta dal governo nel settembre del 2009, non costituiva impedimento alla regolarizzazione. Cambiare le regole a procedure già avviate è una modalità inaccettabile, ancor più grave per la persona più debole». Al momento è difficile la ripresa del cantiere, e sabato prossimo è previsto un corteo di solidarietà. La protesta dei cinque si può sintetizzare come una richiesta di dignità umana alla quale, sembra che le istituzioni siano insensibili.
FONTE

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Capisco le ragioni della protesta ma gli immigrati potevano scegliersi una qualunque altra grù non quella del cantiere della metropolitana, stanno provocando una interruzione dei normali lavori con danni pari a 250.000 euro al giorno...Suggerisco di spostare la grù di Via San Faustino con sopra gli immigrati portandola in altro punto della città, in modo da far continuare i lavori del cantiere con un altra grù che sostituisca la precedente...
Saluti,
Nicola

Anonimo ha detto...

Correggo: l' entità del danno è di 25.000 euro al giorno (Fonte: BRESCIAMOBILITA'), in 10 giorni: 250.000 euro

PISI & TOPA ha detto...

caro anonimo, la tua osservazione è giusta, però nessuno calcola il danno economico e morale delle vite trascurate o ignorate. è evidente che il sistema non funziona, e mette in serie difficolta un'infinità di famiglie e mi consenta, la famiglia non ha razza ne religione ne tanto meno nazione. credo nel principio di uguaglianza quindi tutti soffriamo le ingiustizie nella stessa misura.

Anonimo ha detto...

ho lavorato per quasi 100 anni en nero per la ditta ARCASTRUTTURE a Milano-Rozzano...doppo questo tempo il mio datore di lavora mai me ha messo en regola...e per peggio me ha licenziato senza essere stato pagato....3279573283....vorrei essere reconosciuto....