14 ottobre 2011

BERLUSCONI SOPRAVVIVE ANCHE OGGI

ARTICOLO DEL THE NEW TIMES: Berlusconi Holds On to Power in Italy, but Barely (TESTO ORIGINALE)

Traduzione a cura di Barca Sabina


Nella sua fuga più stretta ancora, il Primo Ministro Silvio Berlusconi è sopravvissuto venerdì (oggi) alla mala sorte per un voto di fiducia, impedendo al suo governo il crollo ma impedendogli di legiferare. Con 316 voti per, e 301 voto contro, la coalizione di centro destra del sig. Berlusconi ha auto la fiducia. Ma non è riuscito ad assicurare una maggioranza solida, rendendo sempre più difficile la legislazione affinché lui possa puntare a proteggere l'Italia dalla crisi di debito sovrano dell'Europa.
Il sig. Berlusconi, un uomo d'affari miliardario, avrebbe dovuto dimettersi, concludendo un'era politica di 18 anni in cui ha modellato la politica italiana a sua propria immagine, intrecciando il destino del paese con il suo. In seri quotidiani come il Corriere hanno chiamato “un'atmosfera di agonia interminabile”, gli analisti hanno detto che il governo di Berlusconi ora sta appeso ad un filo e potrebbe cadere al seguente urto di percorso - molti legislatori contrariati al'interno della coalizione di Berlusconi calcolano che sarebbero stati più al sicuro fuori da una nave che affonda piuttosto che rimanere a bordo e rischiare l'annegamento.
Il sig. Berlusconi ha chiesto il voto di fiducia dopo non essere riuscito a passare una votazione sistematica questa settimana.
Parlando ai legislatori giovedì (ieri), il primo ministro ha detto che era l'unica “ alternativa credibile capace di governare l'Italia con la crisi economica e respingere lo step-down.
Dal 2009, la crisi di debito europeo ha abbattuto i governi in Irlanda, in Portogallo e in Slovacchia, anticipato le elezioni in Spagna e ha ristrutturato il gabinetto in Grecia. Finora, il sig. Berlusconi è risultato essere un valore erratico duro - specialmente perché la Banca Centrale Europea in agosto ha acconsentito di comprare il debito italiano.
Ma la banca ha fatto questo in cambio dei mutamenti strutturali che il governo di Berlusconi ancora non ha realizzato.
I risultati del voto di oggi rende ancor più difficile questo. Questa settimana, capi di opposizione - ed il presidente dell'Italia, in una dichiarazione insolitamente forte ha detto che - sig. Berlusconi sopravvivere ad un voto di fiducia non è la stessa del governare.
In una dichiarazione, il presidente Giorgio Napolitano ha dichiarato che il primo ministro ha dovuto mostrare “la coesione necessaria per affrontare il preventivo dell'Italia e per proporre “le soluzioni sufficienti ai problemi urgenti del paese, includente nell'adempimento dei relativi obblighi europei”.
“Il governo non si sta occupando della situazione” il capo dell'opposizione di centro sinistra, Pierluigi Bersani, ha detto ieri. “I problemi sono stati tutti presentati, ma sa soltanto rimanere attaccato nella sua sede usando i trucchi”.
Un altro politico principale di opposizione, Antonio Di Pietro dell'Italia dei valori, ripetutamente ha accusato il sig. Berlusconi di acquisto dei voti dei dissidenti potenziali all'interno della sua propria coalizione di centro destra. Oggi, il sig. Berlusconi è stato salvato dai lealisti che hanno detto che vogliono allungare il governo piuttosto che cadere e con probabilità vederlo sostituito dai tecnocrati apolitici con un mandato per effettuare quei mutamenti strutturali.
Gli investitori stranieri e molti dei capi e della classe dirigente di affari dell'Italia sperano in un governo tecnico, ma i legislatori hanno resistito perchè l'alternativa condurrebbe al loro potere perdente.
Mentre l'attività politico continua nel sanctum interno della Camera di Palazzo Montecitorio, la tempesta economica continua a interessare l'Italia, molta la preoccupazione dei capi di affari e degli investitori stranieri.
Mario Draghi, il presidente uscente della Banca di Italia e futuro presidente della Banca Centrale Europea, mercoledì ha invitato il governo italiano a prendere provvedimenti veloci per ridurre il relativo debito, che è a 120 per cento del prodotto interno lordo, con sviluppo pari a zero. “Troppo tempo già è stato perso”, il sig. Draghi ha detto in un discorso. Ha avvertito che se l'Italia non riuscisse a ridurre i costi del prestito, che sono aumentato nelle ultime settimane, seguito dai recenti downgrades dalle agenzie di valutazioni, rischia di finire “in una spirale che potrebbe diventare incontrollabile”. Il voto di oggi ha detto chiaramente che l'Italia sta vivendo con un'ombra del sig. Berlusconi. “In questa penombra interminabile, colui che fu Berlusconi rimane fedele alla sua essenza di pubblicitario ...”, l'autore di satire ed il commentatore politico Massimo Gramellini ha scritto recentemente nella quotidiana La Stampa di Torino.
Continuerà a sopravvivere, ha aggiunto il sig. Gramellini, fino al giorno in cui qualcuno dei clientes che ancora ieri si spanciava per la sua patetica battuta sessista comincerà a negare che un tipo così, capace di venderci il nulla per vent’anni, sia mai realmente esistito.

S.E.&O. :) si fa quel che si può



Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia.

Nessun commento: