08 gennaio 2012

Che tempo che fa. Monti e Santoro ospiti da Fazio

E spiega che ti rispiega la storia infinita continua ...
Di Sabina Barca
MILANO – Ritorna in onda Fabio Fazio con il programma di Rai3 "Che tempo che fa. Ha inaugurare il 2012 due ospiti particolari. Il presidente del consiglio Mario Monti e Michele Santoro.
Il capo di governo questa sera tenterà di illustrare la situazione economica in Italia e in Europa con le possibili implicazioni. Nell'intervista si parlerà dei prossimi provvedimenti in programma già dalla prossima settimana e dell'incontro avvenuto con Nicolas Sarkozye non ché di quello futuro con Agela Merkel previsto per mercoledì 11 gennaio 2012.

Anche Michele Santoro inizia il nuovo anno da Fazio
Da giovedì 12 gennaio la trasmissione Servizio Pubblico, sarà integrata anche nel canale del digitale terrestre Cielo (26 nel telecomando) oltre le tv regionali, internet, Sky e radio. Santoro, che manca dalla Rai dal 6 giugno 2011, sceglie proprio mamma Rai per lanciare la novella.
Positivo anche Su Wakefield, General Manager Sky che conferma: “Siamo orgogliosi di poter ospitare Michele Santoro, offrendo in questo modo un ulteriore spazio di visibilità per il suo programma. Mai come in questo periodo è forte la richiesta da parte del pubblico di avere un’informazione indipendente”.
Santoro, durante l'intervista di sabato 7 gennaio, sottolinea alcuni punti cruciali che determinano l'Auditel della trasmissione: “Con tutti i dubbi sui dati Auditel che ci riguardano, non era tuttavia mai accaduto in precedenza che il programma televisivo riuscisse a raccogliere un ascolto da televisione generalista senza essere trasmesso da Rai, Mediaset o da La7 - spiegando - questo risultato è stato reso possibile dalla straordinaria mobilitazione dei nostri 100mila sostenitori” di cui ovviamente Santoro è grato.

Luciana Lettizzetto
Naturalmente dopo le interviste sarà interessante ascoltare l'intervento di Luciana Lettizzetto che non mancherà di commentare.

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia.

Nessun commento: