07 gennaio 2012

Cortina e Gdf. Monti risponde alla casta dei privilegi. Casta in difesa e più aggressiva

Ops, chi si rivede ...

“Grazie agli uomini e alle donne della Gdf e a chi combatte l'evasione”.


Di Sabina Barca
Non resisto... devo commentare :)

Oggi, a Reggio Emilia, durante la celebrazioni del 215° anniversario del primo Tricolore, Mario Monti, nel suo intervento si toglie un sassolino dalla scarpa. Riferito al blitz della Guardia di Finanza a Cortina mette il puntino sulla i.
“È inammissibile che i lavoratori subiscano sacrifici mentre una parte importante di ricchezza fugge alla tassazione, accrescendo così la pressione tributaria su chi non può sottrarsi al fisco – spiega Monti – voglio dire grazie e assicurare il mio appoggio”.
Pare una ferma risposta alle ex bellezze del governo Berlusconi, Gelmini Santanchè e colleghi, che in quei giorni hanno perso l'occasione di tacere.
Infatti, la sig.ra Santanchè reagì come se le avessero toccato un nervo scoperto: “Sono assolutamente contraria a questi metodi da polizia fiscale e trovo sbagliato colpire la ricchezza". Anche la sig.ra Gelmini ha espresso parere negativo in quanto, a suo dire, l'operazione della Gdf lascia passare l'idea che “la ricchezza sia male”.

Male di certo lo è quando questa si arricchisce gravando le spalle di deboli e indifesi.
A questo proposito il Presidente del Consiglio ribalta la questione e spiega: “Non mi ha mai persuaso l'espressione "mettere le mani nelle tasche degli italiani", anche perché è incompleta: sono alcuni italiani evasori a mettere le mani nelle tasche dei contribuenti onesti – precisando che - Loro sono gli italiani che evadono e quei privilegi e rendite sono un inciampo al gioco della concorrenza e del mercato”.
Probabilmente questa faccia della medaglia non è considerata neppure dal sig. Cicchitto che, in linea con le colleghe, aveva esternato tutto il suo disappunto: “Operazione chiaramente ispirata a una concezione ideologica del controllo fiscale”
A beh!
Chi l'avrebbe mai detto che le verifiche fiscali diventano ideologiche e sbagliate per i ricchi ma corrette e responsabili per gli sfigati e onesti?
Tutto dice che la casta non molla facilmente e pare proprio abbia intenzione di intensificare la difesa optando per una strategia più aggressiva e sfacciata. Insomma senza ritegno.

P.S. 
Oggi l'intervento di Monti è stato accompagnato dai cori leghisti. Il testo, gentilmente dedicato al presidente Monti, diceva: “secessione; elezioni; Padania libera” mentre il ritornello facile e orecchiabile: “vaffa … vaffa”

PUBBLICATO DA INFORMAREXRESISTERE



Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia.

Nessun commento: