07 luglio 2012

Spending review. Dové finita la riduzione dell'aggio di Equitalia???

Di Sabina Barca

Roma – Fino a ieri ne davano timida notizia i giornali online e non.
In piccoli stralci naturalmente. 
Né è rimasta traccia stampata su “Italia Oggi” del 05/07/2012, in prima pagina con pomposo annuncio: "Equitalia a dieta".
L'oggetto era il calo di un punto percentuale dell'aggio di riscossione di Equitalia che doveva passare da 9% a 8% a partire dal 1° gennaio 2013. Si annunciava anche un ulteriore discesa fino al 4% a patto che il gruppo, si riorganizzasse internamente. La finta dieta è o era, inserita dal governo nel decreto spending review in cui si leggeva fino al 06/07/12: “diminuzione sui ruoli emessi dal gennaio 2013, di un solo punto della percentuale di aggio sulle somme riscosse dalle società agenti del servizio nazionale della riscossione”. Era anche spiegato che la riorganizzazione del gruppo doveva essere certificata da un decreto del ministero dell'economia da emanarsi entro il 30 novembre 2012, cioè entro quattro mesi. L'idea era buona, ma così partorita pareva tanto tentativo di... Comunque sia, a oggi, non si trova informazioni riguardante spending review ed riduzione interessi Equitalia.

L'appello
A questo punto, sarà il caso di lanciare un appello: “chiunque abbia notizia di un eventuale scritto nel ddl (già firmato da Napolitano), inerente l'aggio (guadagno) di Equitalia, segnali alla redazione di “chi la visto” oppure, a questo blog.
Vieceversa, facciamo nostra la regola che "la dieta si inizia sempre domani" anche per Equitalia.
Ma "DOMANI" veramente.

 Licenza Creative Commons
ripuliamoci by sabina barca is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at ripuliamoci.blogspot.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://ripuliamoci.blogspot.it/.

Nessun commento: