01 ottobre 2012

Fini Casini Montezemolo Monti e i tonni in scatola

Di Sabina Barca
Fortunatamente in Italia le conferme indecenti non mancano. Abbiamo tonnellate di mondezza in bella vista, però, pochi o nessuno si lamenta dell'odore e dello scempio che gli circonda. Ogni giorno i cittadini subiscono la discarica maleodorante della politica, senza battere ciglio.
Forse assuefatti o forse troppo deboli per reagire, finiscono comunque per ignorare il lezzo che domina le loro esistenze. Così fan tutti, o quasi.


Fini Casini e Montezemolo propongono il Monti bis 
Da anni si parla del ritorno del grande centro. È da capire se il centro lo fa il cittadino o la dirigenza raffazzonata proponente.
Casini ha dichiarato che desidera un grande contenitore che accolga elettorato da destra a sinistra, con regia Monti, per impedire di cadere nel grillismo.
Probabilmente è iniziata la mattanza degli elettori tonni, cioè di tutti gli italiani confusi, smarriti e non pensanti. E non sono pochi.
Il programma "in scatola" è rafforzato dall'arrivo di Montezemolo che appoggiando il Monti bis, esterna la volontà della crema italiana di mantenere il potere.
Per capire meglio cosa rappresenta Montezemolo, è sufficiente sapere che:
è presidente della Ferrari dal 1991, prima anche Amm. delegato fino al 2006;
è presidente di Telethon dal 2009,
è consigliere di Amm. del giornale La Stampa, del Gruppo Francese PPR Sa, di Tod's, ed Indesit;
è attualmente nel Consiglio Direttivo e della Giunta di Assonime;
è membro dell'International Advisory Board di Citi Inc;
è fondatore di Charme (fondo finanziario imprenditori) con cui nel 2003 ha acquisito Poltrona Frau S.p.a. di cui è anche consigliere amministratore, e di Ballantyne, marchio internazionale di cashmere, e poi aggiunti i marchi Cappellini, Thonet e Gufram;
è cofondatore dell'associazione Italia Futura;
è stato presidente della Fiat (2004/2010) e della Fiera Internazionale di Bologna;
è stato presidente della Luis, di NTV e Maserati;
è stato presidente della FIEG (Fed. Italiana Editori Giornali), e degli Industriali di Modena;
è stato consigliere amm. di Unicredit Banca d'Impresa, Tf1, amm. delegato della Rcs Video, della Cinzano e Itedi;
è stato presidente di Confindustria (2004/2008) e di Telethon. Il “contenitore” Fini, Casini e Montezemolo tocca la perfezione con l'auspicio del Monti bis.
Certo a Montezemolo non mancano i contatti e gli amici.
Il dubbio avanza.
Ma questi signori con l'ipotetico contenitore VUOTO come lo vogliono riempire?
Il sig Ferrari dice che dovrà contenere società civile e mondo politico.
Una teoria davvero fantascientifica, visto che i due mondi sono distanti anni luce e diffidano pesantemente uno dell'altro.
C'è poi il proposito Udc 2.0 riciclata e scopiazzata alla Lega che, spiace dirlo, sancisce l'esaurimento conclamato dei contenuti politici.
Quindi, tornando al dubbio la domanda ritorna a galla.
Questo contenitore che supera il 2.0 di cosa si riempie???
Ma è ovvio, con i tonni che lo votano.
Conclusione: il tonno in scatole è “buono”, ed è un business sicuro. 

Non dimentichiamo Renzi.
Renzi non ha incontrato l'ex Presidente americano Clinton. Almeno così pare dalle poche e nebbiose notizie che trapelano. Il misterioso incontro tra il sindaco fiorentino e Clinton pare sia saltato. Molte le componenti in gioco. I vertici del Pd (vecchi molesti) sono entrati in panico, e senza destare attenzione, si sono adoperati perchè Renzi non avesse, dagli Usa, quello che molti consideravano un “riconoscimento ufficiale" del candidato prescelto.
Uno smacco indigesto per Bersani.
Resta il quesito.
Renzi ha dato buca a Clinton oppure Clinton ha dato forfait a Renzi? La differenza è intuibile.
Però è evidente che gli Stati Uniti, al momento, sono pro Renzi, anche se per qualche motivo hanno deciso di non esporre la preferenza.
Naturale che il resto della lotta Bersani-Renzi continuerà con migliore discrezione.
Intanto continua la costruzione della “gabbia” che dovrebbe fermare l'avanzata del futuro Berlusconi di sinistra che, a quanto si dice, la sua vittoria, potrebbe spazzare non solo i vertici del Pd, ma anche parte della coalizione.
Nel frattempo, il Sindaco di Firenze fa sapere che è contrario ad un Monti Bis semplicemente perché chi vince le prossime politiche, piglia tutto!


Licenza Creative Commons
ripuliamoci by sabina barca is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at ripuliamoci.blogspot.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://ripuliamoci.blogspot.it/.

Nessun commento: