25 gennaio 2013

Berlusconi e il terremoto


Berlusconi è il candidato leader più vagabondo che conosca.
Inizio a sospettare che ci sia qualche clone oppure si tele trasporta da una Tv a una piazza.
Pare l'invincibile ogni presente
Oggi nel suo errare propagandistico, ha lanciato la bomba quotidiana.
Poi si è stato malino.
Per forza!
La bomba è farcita di promesse: milioni di milioni di posti di lavoro e l'uscita dall'euro.
Istintivamente ho esclamato: "uscisse lui fisicamente dalla comunità europea" potremmo avere anche noi come gli americani il giorno del ringraziamento.
Invece no!
Resta e promette.
Promette l'impossibile. Chissà, nulla toglie che, pieno di buoni propositi e di nota generosità assicuri ai potenziali elettori, una olgiattina in omaggio fuori dall'urna.
Vuoi mettere come lo votano?

Persino la terra ha brontolato oggi. Ha avuto un sussulto disperato.

Come una partita a poker potrebbe rilanciare il bluff: a tutti quelli che voteranno, viaggio senza ritorno su Marte e contratto indeterminato a tutti i primi arrivati sulla luna.
e se proprio vuoi certezza di futuro, la nuova Spa controllata da Bertolaso per grandi opere extra terrestri garantirà lavoro eterno alle prossime (ancora non nate) generazioni.
Il l'italia è sua, il pianeta anche, la galassia... quasi.
Se tutto va bene siamo dominati.
Buona Rivoluzione Civile a tutti.

"I have a dream" 
s.b.

P.s. c'è una certa attenzione sui magistrati che entrano in politica. Io non mi preoccupo. Mi spaventano più i politici inquisiti e condannati. Ognuno ha le sue ossessioni e le sue certezze.


Licenza Creative Commons
ripuliamoci by sabina barca is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at ripuliamoci.blogspot.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://ripuliamoci.blogspot.it/.

Nessun commento: